Arpad Weisz. Quando il razzismo entra in campo

 In Giornata della Memoria

Arpad

ARPAD WEISZ – QUANDO IL RAZZISMO ENTRA IN CAMPO
ATRIO DI PALAZZO BARBIERI
13 GENNAIO – 4 FEBBRAIO 2023

Una mostra su Arpad Weisz, ebreo ungherese, (Solt, Ungheria, 1896 – Auschwitz, Polonia, 1944), ex atleta olimpico e allenatore che diede molto al calcio italiano. Allenò l’Ambrosiana-Inter, squadra con la quale vinse lo scudetto nel 1930, e dal 1935 al 1938 portò la squadra di calcio del Bologna a conquistare per due volte consecutive lo scudetto e la prestigiosa Coppa del Torneo dell’Esposizione di Parigi nel 1937.
Le suggestive tavole illustrate tratte dal volume di Matteo Matteucci, “Arpad Weisz e il Littoriale “(Bologna, Minerva 2017) raccontano le vicende calcistiche e storiche tra gli anni Venti e Trenta. La storia personale di Weisz corre in parallelo con quella professionale di calciatore esperto e allenatore carismatico: Weisz mostra grande perspicacia nelle strategie di gioco, empatico e comunicativo con le sue squadre, sempre e comunque appassionato. Straordinaria carriera che si interrompe nel gennaio del’39, a seguito delle leggi razziali (1938) e il tragico epilogo ad Auschwitz, dove muore il 31 gennaio 1944.

Visite guidate gratuite
LUOGO: Atrio di Palazzo Barbieri
GIORNI: sabato 14, 21, 28 gennaio, 4 febbraio 2023
ORARIO: 11.00

INFORMAZIONI
COSTO: visite guidate gratuite, ingresso gratuito
Prenotazione obbligatoria da effettuare entro il giorno precedente.
Posti limitati.

Per informazioni e prenotazioni

Segreteria didattica dei Musei del Comune di Verona
Cooperativa Le Macchine Celibi
Lunedi-Venerdì 9.00-13.00/14.00-16.00 Sabato 9.00-13.00
tel. 045 8036353 – 045 597140
segreteriadidattica@comune.verona.it

Giornata Della Memora 2022 00000Manifesto 70x100 Bozza5 Collage 1