23 maggio 2019

 In Uncategorized

Studiando le colonie di lievito depositate nei nano-pori della terraglie usate nell’antichità per produrre birra, i microbiologi Ronen Hazan e Michael Klutstein, della School of Dental Medicine dell’Università di Gerusalemme, sono riusciti a rivitalizzare il lievito e a ricreare la birra di 5.000 anni fa. Innanzitutto, in collaborazione con i viticoltori della Kadma Winery, un’azienda vinicola che produce ancora vino in vasi d’argilla, gli scienziati hanno dimostrando che il lievito può essere recuperato dalla terracotta anche se vi è rimasto dormiente per anni sotto il sole. Dopodiché hanno ricevuto dagli archeologi Yitzhak Paz (della Israel Antiquities Authority), Aren Maeir (dell’Università Bar Ilan), Yuval Gadot e Oded Lipschits (dell’Università di Tel Aviv) una serie di frammenti di terracotta usati in tempi antichi come boccali di birra e idromele (vino del miele) dove si sono miracolosamente conservati esemplari di lievito. Si tratta di vasi che risalgono al regno del faraone egiziano Narmer (ca. 3000 a.e.v.), al re arameo Hazael (800 a.e.v) e al profeta Nehemia (400 a.e.v) che, secondo la Bibbia, governò la Giudea sotto il dominio persiano. I ricercatori, con l’aiuto dello studente dell’Università di Gerusalemme Tzemach Aouizerat, hanno sequenziato il genoma di ciascun campione di lievito, che è stato poi analizzato da Amir Szitenberg del Dead Sea-Arava Science Center, il quale ha scoperto che le colture di lievito di 5.000 anni fa sono simili a quelle usate nelle tradizionali miscele africane, come il tej etiope, e al moderno lievito di birra. A quel punto l’esperto di birra israeliana Itai Gutman ha aiutato gli scienziati a riprodurre l’antica birra, che è stata testata da Elyashiv Drori (dell’Università di Ariel) e da degustatori certificati dall’International Beer Judge Certification Program, sotto la direzione del maestro birraio Shmuel Nakai, proprietario di Biratenu, i quali hanno promosso a pieni voti la rinata birra “del tempo dei faraoni”. Vedi il video sul Jerusalem Post

Recipiente da birra filisteo, proveniente dagli scavi di Gat (clicca per ingrandire)

Degustazione della “birra del faraone” nei laboratori dell’Hadassah Medical Center e della School of Dental Medicine dell’Università di Gerusalemme (clicca per ingrandire)

 

Leggi l’articolo originale

© 2019 Israele.net. Tutti i diritti riservati.

L’articolo 23 maggio 2019 proviene da Israele.net.

Fonte: Israele.net