22 febbraio 2021

 In Uncategorized

Domenica in Israele hanno riaperto dopo due mesi centri commerciali, mercati, musei e biblioteche, mentre il paese continua ad allentare le restrizioni del terzo lockdown dall’inizio della pandemia di coronavirus. Israele ha vaccinato con la prima dose quasi 4,3 milioni di persone (circa il 47,1% della popolazione). Di questi, più di 2,9 milioni (circa il 32 % della popolazione) hanno ricevuto anche la seconda dose. Palestre, piscine e hotel hanno avuto il permesso di aprire solo ai detentori del Green Pass (su carta o su app) che certifica che è trascorsa almeno una settimana dalla loro seconda dose di vaccino o che sono guariti dalla malattia. Domenica, inoltre, un milione tra scolari delle elementari e studenti degli ultimi due anni delle superiori sono tornati in classe nelle città con tasso di contagi sotto controllo. Gli studenti delle classi intermedie torneranno in aula il mese prossimo, dopo quasi un anno di apprendimento a distanza- Tuttavia una quindicina di autorità locali (tra cui Haifa e Tel Aviv) hanno deciso di farli rientrare già da mercoledì. Intanto la compagnia aerea Israir ha annunciato che da martedì inizierà a operare un volo al giorno tra Tel Aviv ed Eilat riservato ai detentori di “pass verde”, consentendo loro di raggiungere gli hotel della città sul Mar Rosso, riaperti da domenica. Nei prossimi giorni Eilat dovrebbe tornare allo status di “isola verde”.

Scolari israeliani rientrano alla scuola elementare Gabrieli Carmel di Tel Aviv (clicca per ingrandire)

Leggi l’articolo originale

© 2021 Israele.net. Tutti i diritti riservati.

L’articolo 22 febbraio 2021 proviene da Israele.net.

Fonte: Israele.net